Distacco. Comunicazione obbligatoria con modello aggiornato

Dal 19 luglio scorso, per la comunicazione obbligatoria preventiva in caso di distacco transnazionale può essere usato il modello aggiornato UNI_Distacco_UE, da trasmettere entro il 18 agosto p.v. per quelli già attivi oltre i 12 mesi.

Con il Decreto n. 170 del 6 agosto 2021, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali aveva adottato gli standard e le regole per la trasmissione telematica delle comunicazioni dovute dai prestatori di servizi al Ministero in relazione ai lavoratori distaccati di lunga durata in Italia. In particolare, le previsioni del Decreto si applicano alla comunicazione preventiva di distacco e ad ogni variazione successiva della medesima, nonché alla comunicazione della notifica motivata per i distacchi di lunga durata.

Nel portale https://servizi.lavoro.gov.it è disponibile la nuova versione della procedura telematica “Distacco transnazionale”.

Con il modello UNI_Distacco_UE possono essere comunicati anche i c.d. “distacchi a catena” e i periodi di sostituzione dei lavoratori distaccati.

Procedura di comunicazione obbligatoria

Il D.M. n. 170 del 6 agosto 2021 prevede che:

  • la comunicazione deve essere trasmessa, in via telematica, tramite il modello UNI_DISTACCO_UE entro le ore 24 del giorno precedente l’inizio del periodo di distacco. Tale comunicazione può essere annullata entro le ore 24 del giorno di inizio del periodo di distacco. Inoltre, ogni variazione successiva della comunicazione deve essere trasmessa entro 5 giorni dal verificarsi dell’evento modificativo;
  • la variazione della data di inizio del distacco deve essere comunicata entro le ore 24 del giorno precedente l’inizio del distacco;
  • la notifica motivata per i distacchi di lunga durata deve essere trasmessa entro 5 giorni dal superamento dei 12 mesi della durata del distacco.

Particolarità

Nel caso di distacchi nell’ambito del cabotaggio di merci o passeggeri, l’impresa straniera distaccante dovrà utilizzare una particolare procedura telematica. Per i dettagli è possibile consultare la apposita guida Cabotaggio.

Sitografia

www.lavoro.gov.it