Irap, intervento AE sulle dichiarazioni presentate. Commercialisti soddisfatti

E’ in corso di conversione – dovendo considerare lo stop di oggi, 20 luglio 2022, con riguardo alla crisi di Governo, al discorso del presidente Draghi alle due Camere, e alle votazioni al termine della giornata – il dl c.d. “Semplificazioni“, n. 73/2022.

Di esso, una norma (l’art. 10) introduce nuove modalità di indicazione, in dichiarazione Irap, delle deduzioni per i costi del personale.

Ebbene, la novità aveva generato perplessità tra i Dottori Commercialisti e gli Esperti Contabili, il cui Consiglio Nazionale – CNDCEC – attendeva risposte ai dubbi rispetto alle numerose dichiarazioni IRAP relative al periodo d’imposta 2021, già predisposte e già trasmesse.

L’intervento di prassi tranquillizza i professionisti sulle dichiarazioni del periodo d’imposta 2021

Soddisfazione è stata espressa alla pubblicazione della risoluzione n. 40 del 15.7.2022, con cui l’Agenzia delle Entrate ha precisato che tali dichiarazioni possono essere compilate secondo le attuali regole, fornite con le istruzioni alla compilazione del modello 2022.

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili esprime soddisfazione per la risoluzione n. 40/E, emanata nei giorni scorsi dall’Agenzia delle Entrate, per chiarire che le dichiarazioni IRAP relative al periodo di imposta 2021 possono essere compilate secondo le regole attualmente fornite nelle istruzioni per la compilazione del modello 2022.

L’intervento interpretativo assume particolare rilevanza per aver evitato di dover tornare sulle dichiarazioni Irap predisposte ed inviate finora.

Si rammenta qui, da ultimo, che i chiarimenti interessano, in particolare, le modalità di compilazione della Sezione I del quadro IS del modello Irap 2022.

Sitografia

www.press-magazine.it