Alla tregua estiva del fisco segue quella dei contributi

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ottiene dall’INPS la tregua estiva per i contributi, appresso a quella estesa chiesta all’Agenzia delle Entrate dai Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili per gli adempimenti fiscali.

Lo stop dei contributi fino a fine agosto

Dal 25 luglio p.v. al 31 agosto di questo difficile 2022, l’Inps sospenderà le note di rettifica, le diffide di adempimento e le elaborazioni delle richieste verso il sistema “DurcOnLine” per la verifica della regolarità contributiva ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi previsti dalle norme in materia di lavoro e legislazione sociale tramite il sistema di Dichiarazione preventiva di agevolazione (D.P.A.).

Nello stesso periodo, verrà interrotta anche la trasmissione dei crediti all’Agente della riscossione.

La comunicazione è proprio del Consiglio Nazionale dell’Ordine, in una lettera inviata ai Presidenti provinciali per annunciare che l’Istituto di previdenza ha accolto la richiesta di rendere attiva una tregua estiva delle notifiche e delle diffide in materia previdenziale emesse dall’Istituto.

“Una decisione apprezzabile che si aggiunge a quella, già comunicata, in materia fiscale e che rappresenta una sostanziale pausa per l’operatività degli Studi dei Consulenti del Lavoro in un periodo generalmente coincidente con la chiusura per le ferie estive”. Così nella lettera.

Sitografia

www.consulentidellavoro.it