Inail sui rapporti di lavoro in regime di codatorialità

Con il decreto n. 205/2021, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali definiva le modalità operative per le comunicazioni di inizio, trasformazione, proroga e cessazione dei rapporti di lavoro in regime di codatorialità, da parte dell’impresa referente individuata nell’ambito del contratto di rete, stipulato ai sensi dl n. 5/2009 (legge n. 332/2009).

Il decreto ha anche disciplinato, sempre nell’ambito di un contratto di rete, le modalità di comunicazione dei lavoratori in distacco (dlgs n. 276/2003).

Esse, dal 23 febbraio 2022 devono essere effettuate telematicamente per il tramite del modello “Unirete” messo a disposizione dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Con nota n. 3153 del 22 febbraio 2022, alla quale la circolare di ultima emanazione Inail n. 31/2022 fa integrale rinvio, l’Inl, d’intesa con l’Ufficio legislativo del MLPS, ha fornito le indicazioni operative riguardanti i modelli per la comunicazione dei rapporti di lavoro in regime di codatorialità e la tempistica delle comunicazioni, i profili previdenziali e assicurativi, il regime di solidarietà dei co-datori di lavoro per l’adempimento degli obblighi connessi al rapporto di lavoro nonché l’ambito applicativo delle medesime disposizioni.

Ciò premesso, la circolare Inail n. 31/2022 riassume brevemente la disciplina del contratto di rete nonché delle assunzioni congiunte in agricoltura e dei rapporti di lavoro in regime di codatorialità, fornendo le indicazioni operative relativamente ai profili assicurativi di competenza dell’Istituto.

Sitografia

www.inail.it