Settore energetico, pronti i codici tributo

Imprese e consumatori alle prese con gli aumenti di prezzi e tariffe del settore energetico, hanno i codici tributo da inserire nel modello F24 per pagare acconto, saldo ed eventuali, interessi e sanzioni. Li elenca la risoluzione n. 29/E del 20 giugno 2022.

Gli identificativi sono:

  • 2710” per l’acconto;
  • 2711” per il saldo;
  • 1939” per gli interessi;
  • 8939” per le sanzioni.

Prendono posto nella sezione “Erario” dell’F24, dove vanno riportati in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, specificando nel campo “anno di riferimento” l’anno d’imposta cui si riferisce il versamento, nel formato “AAAA”.

Si chiude, dunque, il cerchio intorno al caro bollette per il quale l’Amministrazione finanziaria ha dato seguito alla norma contro l’aumento del costo dell’energia (art. 37, dl n. 21/2022, c.d. “decreto Ucraina“), in particolare con il provvedimento del 17 giugno scorso sugli adempimenti dichiarativi e le modalità di versamento del contributo a titolo solidaristico dovuto da produttori, estrattori e distributori di energia e gas, finalizzato a disinnescare gli effetti degli aumenti di prezzi e tariffe del settore energetico su famiglie e imprese.

Sitografia

www.agenziaentrate.it

www.fiscooggi.it