Global tax ai nastri. GLoBE di Ocse

Ocse elabora GLoBE in attesa del 2023

L’Ocse ha pubblicato un vademecum dettagliato sull’attuazione della riforma fiscale internazionale approvata ad ottobre scorso.

Le regole, approvate dal Quadro inclusivo Beps il 14 dicembre 2021, garantiscono l’assoggettamento delle imprese multinazionali a un’aliquota fiscale minima del 15% dal 2023.

Il corpus di norme Ocse fornisce ai governi coinvolti un modello preciso per portare avanti ‎‎a livello globale la soluzione‎‎ a due pilastri elaborata da Ocse e G20 per affrontare le sfide fiscali derivanti dalla digitalizzazione e dalla globalizzazione dell’economia.

GLoBE

‎Le norme definiscono l’ambito di applicazione delle regole globali anti-erosione della base imponibile (GloBE) sviluppate nel secondo pilastro, che introdurranno l’aliquota minima globale dell’imposta sulle società pari al 15% di cui si è appena scritto.

L’imposta minima verrà applicata alle imprese multinazionali con un fatturato superiore a 750 milioni di euro.

‎Le norme GloBE prevedono un sistema coordinato di tassazione volto a garantire che i grandi gruppi di imprese multinazionali paghino un livello minimo di imposta sul reddito in ciascuna delle giurisdizioni in cui operano; in definitiva, un’imposta di “riallineamento” verrà applicata sugli utili ottenuti in qualsiasi giurisdizione, ogni volta che l’aliquota fiscale effettiva della giurisdizione concreta sarà inferiore all’aliquota minima del 15%. ‎Sarà pertanto applicata un’imposta pari alla differenza tra l’aliquota minima del 15% e l’aliquota effettiva della giurisdizione presa in considerazione.

Le regole Ocse (pubblicate il 20 dicembre) aiuteranno i Paesi firmatari dell’intesa globale a introdurre il meccanismo GloBE nella propria legislazione nazionale durante l’anno in corso, per arrivare preparati alla scadenza del 2023.

Il documento tecnico appena pubblicato prevede un sistema coordinato di regole che ‎definiscono innanzitutto quali imprese multinazionali rientrano nell’ambito di applicazione dell’imposta minima e stabilisce come calcolare il reddito da sottoporre a tassazione. Stabilisce un meccanismo per calcolare l’aliquota fiscale effettiva della giurisdizione e per determinare l’importo dell’imposta dovuta. Diviso in 10 capitoli, elenca infine le regole da prendere a modello per stabilire il corretto trattamento di acquisizioni e cessioni di membri del gruppo multinazionale e le norme specifiche utili per gestire la presenza di joint venture e dei regimi di neutralità fiscale.

Sitografia

www.fiscooggi.it