Tutela dei lavoratori all’estero. Le retribuzioni convenzionali 2024

Con la Circolare n. 10 del 16 aprile 2024, l’INAIL ha diffuso il valore delle retribuzioni convenzionali 2024 da applicare ai lavoratori operanti in Paesi extracomunitari.

La tutela dei lavoratori operanti in Paesi con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale, infatti, è attuata tramite il pagamento di un premio assicurativo calcolato sulla base di retribuzioni convenzionali, fissate annualmente con apposito decreto.

Tale normativa è applicata anche ai lavoratori cittadini comunitari e ai cittadini extracomunitari che lavorano e sono assicurati in Italia in base alla legislazione nazionale e inviati dal proprio datore di lavoro in un Paese extracomunitario.

Le retribuzioni convenzionali 2024, determinate dal decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 6 marzo 2024, sono necessarie anche al calcolo dei premi da corrispondere per le qualifiche dell’area dirigenziale.

Restano escluse le collaborazioni coordinate e continuative: il premio assicurativo dovuto per i lavoratori co.co.co. è calcolato sulla base dei compensi effettivamente percepiti dallo stesso, nel rispetto del minimale e del massimale previsto per il pagamento delle rendite erogate dall’INAIL.

Le retribuzioni convenzionali 2024

L’importo delle retribuzioni convenzionali fissate dal suddetto decreto sono frazionabili in 26 giornate, utili a calcolare le stesse per tutti i casi di assunzione, risoluzione del rapporto di lavoro e trasferimenti da o per l’estero, intervenuti nel corso del mese.

I settori

Per l’anno 2024, il calcolo dei premi sarà effettuato sulla base delle retribuzioni previste per i seguenti settori.

Operai e impiegati

  • Industria
  • Industria edile
  • Autotrasporto e spedizione merci
  • Credito
  • Assicurazioni
  • Commercio – Terziario
  • Trasporto aereo
  • Agricoltura
  • Industria cinematografica
  • Spettacolo
  • Artigianato

Quadri

  • Industria
  • Industria edile
  • Autotrasporto e spedizione merci
  • Credito
  • Agricoltura
  • Assicurazioni
  • Commercio – Terziario
  • Trasporto aereo

Dirigenti

  • Industria
  • Industria edile
  • Autotrasporto e spedizione merci
  • Credito
  • Agricoltura
  • Assicurazioni
  • Commercio – Terziario
  • Trasporto aereo

Giornalisti

  • Giornalismo

Chiarimenti

Per i lavoratori che vengono retribuiti secondo fasce di retribuzione, la retribuzione convenzionale imponibile da assoggettare a contribuzione è determinata sulla base del raffronto con la fascia di retribuzione nazionale corrispondente alla qualifica del lavoratore interessato e alla sua posizione nell’ambito della qualifica stessa.
Per retribuzione nazionale si intende il trattamento previsto dal contratto collettivo nazionale della categoria diviso per 12, comprensivo degli emolumenti riconosciuti per accordo fra le parti, con esclusione dell’indennità estero. Detto importo deve essere raffrontato con le tabelle del settore corrispondente, al fine di identificare la fascia retributiva da prendere a riferimento.

Sitografia

www.inail.it