Fondo Nuove Competenze: misura integrativa del Lazio

Scade il prossimo 21 luglio alle 17 l’Avviso pubblico della Regione Lazio per il sostegno ai programmi di formazione nelle piccole e micro imprese del territorio. A bando 5 milioni di euro per l’iniziativa “Fondo Nuove Competenze: azioni innovative di sostegno alla formazione aziendale”, pensata come misura integrativa regionale al FNC nazionale.

Recita l’Avviso: “con tale azione si sostiene lo sforzo della micro e piccola impresa che decide di investire in qualità dei prodotti e dei processi produttivi che avrà la possibilità, in collaborazione con enti di formazione accreditati, di realizzare percorsi di miglioramento delle competenze totalmente a titolo non oneroso”.

In buona sostanza, il bando sostiene le micro e piccole aziende che decidono di dedicare alcune ore dell’orario di lavoro dei propri dipendenti ad una formazione specifica e altamente qualificata al fine di stabilizzare i livelli occupazionali.

Il sostegno alla formazione va nella direzione di aumentare la produttività delle piccole e piccolissime imprese, ma anche di migliorare le competenze dei singoli lavoratori nell’ottica della spendibilità sul mercato del lavoro e dell’occupabilità. 

L’Avviso pubblico rientra per altro nelle finalità del Protocollo d’intesa sulle Politiche attive sottoscritto dalla Regione con le parti sociali e che ha una dotazione finanziaria complessiva di 200mln di euro.

La misura integrativa del Fnc nel dettaglio

Nello specifico, i percorsi formativi finanziabili devono:

– avere una durata complessiva compresa tra un minimo di 50 ore ed un massimo di 250 ore;

– prevedere un numero di partecipanti compreso tra 2 e 16 unità;

– avere come soggetti erogatori enti di formazione accreditati a livello regionale.

Requisiti di imprese e lavoratori

Possono presentare proposte progettuali:

a) micro e piccole imprese del settore privato (con un numero massimo di 30 dipendenti) con almeno una sede operativa presente sul territorio della Regione Lazio costituite/da costituirsi in ATI/ATS con soggetti che sono accreditati per la formazione ai sensi della DGR 682/2019 per la macrotipologia “formazione continua” o che abbiano almeno presentato domanda di accreditamento prima della presentazione della proposta progettuale nell’ambito dell’Avviso;

b) soggetti accreditati per la formazione ai sensi della DGR 682/2019 per la macrotipologia “formazione continua” o che abbiano almeno presentato domanda di accreditamento prima della presentazione della proposta progettuale nell’ambito dell’Avviso, costituite/da costituirsi in ATI/ATS con almeno 3 micro e piccole imprese del settore privato (con un numero massimo di 30 dipendenti) con almeno una sede operativa presente sul territorio della Regione Lazio. 

I destinatari dagli interventi sono i lavoratori dipendenti con contratto a tempo determinato o indeterminato, occupati a tempo pieno nelle tipologie di imprese ammesse a beneficiare dei contributi finanziari, per i quali è stato rimodulato o si intende rimodulare l’orario di lavoro a fronte della partecipazione a percorsi di sviluppo delle competenze.

Sitografia

www.anpalservizi.it